Menu Design: la checklist completa per menu a prova di utonto

da Dic 14, 2015Design0 commenti

Che si tratti di applicazioni o di siti web, gli utenti si affidano al menu per trovare contenuti e utilizzare le funzioni presenti. Utilizza questa checklist per assicurarti che il menu design sia corretto e faccia il suo sporco lavoro.

Consentire agli utenti di navigare dovrebbe essere una priorità per quasi ogni sito web e applicazione. Dopo tutto, anche la più bella caratteristica o il contenuto più convincente è inutile se la gente non riesce a trovarlo. E anche se si dispone di una funzione di ricerca, di solito non dovrebbe fare affidamento su di ricerca come l’unico modo per navigare. La maggior parte dei progettisti riconoscono questo, e comprendono una qualche forma di menu di navigazione nei loro disegni.

Definizione:i Menu di navigazione sono liste di categorie,contenuti o funzioni, di solito presentati come un insieme di link o icone raggruppate con uno stile visivo distinto dal resto del design.

Evita gli errori comuni seguendo queste linee guida per realizzare dei menu di navigazione utilizzabili:

Legge fondamentale del Menu Design: Rendilo VISIBILE!

    1. Non utilizzare menu microscopici (o le sole icone del menu) su schermi di grandi dimensioni. Il menu non deve essere nascosto quando si ha un sacco di spazio per visualizzarlo.
    1. Rendi il menu interattivo:gli elementi devono apparire chiaramente cliccabili.
    1. Assicurati che il menu abbia abbastanza peso visivo. In molti casi menu che vengono collocati in luoghi familiari non richiedono molto spazio bianco circostante o saturazione del colore in modo da essere visibili. Ma se il design è ingombrante, menù privi di enfasi visiva possono essere facilmente persi in un mare di grafici, promozioni e titoli che competono per l’attenzione dello spettatore.
  1. Utilizzare i colori per i link che contrastano con il colore di sfondo. E ‘sorprendente come molti designer ignorarino le linee guida del contrasto; navigare attraverso lo spazio digitale è già disorientante  di per se, senza dover strizzare gli occhi verso lo schermo solo per leggere il menu.

Comunica la posizione in cui si trova l’utente

Rendi chiaro agli utenti che la schermata che stanno ossarvando corrisponde alla voce “X” del menu:  “Dove mi trovo?” È una delle domande fondamentali a cui gli  utenti devono poter rispondere senza incertezze per navigare all’interno del sito senza farsi pervadere dalla frustrazione. Per fare ciò, essi si affidano a segnali visivi dei menu (e di altri elementi di navigazione come le breadcrumbs). Non riuscire a indicare la posizione corrente è probabilmente l’errore più comune che vediamo sui menu dei siti web. Ironia della sorte, questi menu hanno la maggiore necessità di orientare gli utenti, dal momento che spesso i visitatori non entrano dalla homepage.

Coordinare il menu con le attività dell’utente

    1. Usa nomi comprensibili per i link di categorie e pagine. I menu non sono adatti all’uso di slang o terminologia particolare, devono essere comprensibili per tutti. Questo piccolo e banale accorgimento farà risparmiare tempo ai tuoi utenti, e ne diminuirà la frustrazione.
    1. Per siti di grandi dimensioni, rendi possibile un’anteprima dei livelli di menu più bassi, usando ad esempio un megamenu. Il percorso tipico degli utenti è attraverso i vari livelli della struttura del sito, fornire un’anteprima renderà più agevole capire dove si sta andando e cosa si troverà.
    1. Fornisci menu locali per contenuti strettamente correlati. Se la gente spesso vuole confrontare prodotti correlati o completare diversi compiti all’interno di una singola sezione, inserisci un menu di navigazione locale, piuttosto che costringere l’utente a fare su e giù per i vari livelli del sito..
  1. Sfrutta la comunicazione visiva.Usa immagini,grafica o colori che possano aiutano gli utenti a comprendere le opzioni di menu.

Rendilo facile da usare

    1. Crea aree link abbastanza grandi e sufficientemente distanziate. Link che sono troppo piccoli o troppo vicini tra loro sono una grande fonte di frustrazione per gli utenti mobile.
    1. Assicurati che i drop-down siano della giusta dimensione ed abbiano il giusto numero di voci. I drop-down attivati con l’hover se con effetti troppo brevi o con voci difficilmente raggiungibili diventano facilmente elemento di frustrazione. Immagina di voler cliccare su una voce del menu a discesa e che questa scompaia prima che la nostra amata freccina la raggiunga….bene adesso immagina questa situazione su mobile. Io potrei impazzire!
    1. Considera l’utilizzo di menu “sticky”. Gli utenti che hanno raggiunto il fondo di una lunga pagina devono “scrollare” noiosamente a lungo prima di poter tornare al menu in alto. I menu che rimangono visibile nella parte superiore della finestra anche dopo lo scorrimento(o sticky) sono  in grado di risolvere il problema e sono particolarmente graditi su schermi più piccoli. In alternativa c’è sempre il comodissimo pulsante “back to top”, ma qui discutiamo della realizzazione di un buon menu design.
  1. Fornisci facile accesso ai link più cliccati. Per i menu a discesa, questo significa mettere gli oggetti più comuni vicini alla destinazione del collegamento che lancia la discesa così il mouse o il dito dell’utente non dovranno viaggiare all’infinito.

Trovare il giusto compromesso

Il tentativo di impressionare gli utenti con effetti “fighi”, non dovrebbe essere una delle vostre priorità durante la creazione del menu. Altri designer possono essere colpiti da menu design innovativi e particolari, ma gli utenti tendono ad essere molto più colpiti da contenuti che vengono presentati in modo attraente e facilmente raggiungibile.

Naturalmente non sono qui a dire che i nuovi menu design non siano funzionali, alcuni hanno dato davvero una marcia in più all’esperienza utente: i Mega-menu sono un grande esempio di questo fenomeno.  Capita inoltre, sempre più frequentemente, che buona parte (se non la totalità) di queste linee guida siano inutilizzabili, vedi le interfacce a comando vocale e la maggior parte delle interfacce sarà più facile da usare se si attengono a questi principi.

Come porsi quindi nei confronti di un nuovo progetto?Analizzare, realizzare, testare. Non serve fare delle vere e proprie sessioni di test sull’user experience, ma se i vostri: amici, genitori, cugini  non capiscono di cosa si tratti e come ci si muova, probabilmente qualcosa è andato storto….io personalmente, quando mi occupo di Sviluppo e Design, faccio le mie prove su persone che sono universalmente riconosciute come anti-digital, se riescono a muoversi agilmente loro, gli utenti un po’ più smaliziati non avranno alcun problema.

0 commenti

Invia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.