Come Creare una Headline efficace con due semplici tecniche

da Apr 29, 2016Content0 commenti

La velocità e l’immediatezza della comunicazione sul web, rendono il compito di un copywriter ancora più spinoso: un utente, una volta atterrato sulla vostra pagina, impiegherà solo una manciata di secondi per giudicare il tuo contenuto, valutarne la reale utilità e decidere se continuare la navigazione o abbandonarla.

Ed è proprio in questo brevissimo lasso di tempo che emerge la competenza di un copywriter. In questi pochi secondi, un bravo comunicatore deve essere in grado, non solo di catturare l’attenzione del proprio lettore, ma anche di persuaderlo a continuare la lettura.

Come riuscire in questa faticosa impresa? Beh, prima di tutto, imparando a creare delle headline davvero efficaci! Ecco, in questo articolo voglio mostrarti alcuni elementi che non dovrai più sottovalutare quando scriverai una headline.

Ma prima, facciamo un po’ di chiarezza: cos’è davvero una headline e cosa la differenzia da un pay-off, ad esempio?

Headline e Pay-off: le differenze

Headline, Pay-off, Claim, Bodycopy. Insomma, giostrarsi tra i termini anglofoni che definiscono la comunicazione pubblicitaria non è sempre semplice. In generale, si tende a fare una certa confusione tra l‘headline e il payoff. Questo perchè, in linea di massima, si tratta di frasi nelle quali il copywriter deve dimostrare tutta la sua maestria e creatività.

Ma andiamo per ordine. Vediamo intanto cos’è l’headline, partendo proprio dalla definizione di questo termine.

“Titolo o intestazione di un annuncio o di un manifesto pubblicitario, in relazione più o meno stretta con il visual (v.), che riassume in forma molto sintetica il tema della campagna ed è stampato in modo da attirare efficacemente, con le dimensioni e il disegno dei caratteri, l’attenzione e l’interesse del pubblico” Vocabolario Treccani

Ecco, dunque. Declinando il discorso in ambito web e, in particolare, sulla scrittura di testi per siti e blog, l’headline altro non è che il titolo della pagina che andremo a scrivere.

Al contrario, per Pay-off si intende quella frase accattivante che, generalmente, accompagna un logo. In questo caso, più che attirare l’attenzione, l’obiettivo del pay-off è rappresentare in poche parole i valori e l’essenza dell’azienda.

Bene, ora che abbiamo le idee più chiare su cosa sia l’headline, vediamo qualche regola per scriverla in modo davvero efficace!

Come creare una headline efficace: la tecnica delle 4 U

Le parole hanno il grande merito di riuscire a creare empatia tra chi scrive e chi legge Condividi il Tweet.

E questo è un elemento che non dobbiamo mai sottovalutare, soprattutto se ci occupiamo di copywriting.

La regola principale, quindi, per scrivere una buona headline è quella di avvicinarci il più possibile al modo di ragionare, ai bisogni e ai desideri del nostro potenziale lettore.

Per farlo nel modo più semplice possibile, l’American Writers Institute ha coniato la tecnica delle 4 U, dove ognuna delle quali definisce una precisa caratteristica che la nostra headline dovrebbe assumere. Eccola quì di seguito:

  • Urgency: l’headline deve scatenare l’urgenza, nel lettore, di ottenere nell’immediato il bisogno specifico di cui parleremo
  • Usefulness: l’headline deve comunicare il valore, il beneficio che l’utente trarrà dal nostro testo
  • Uniqueness: nell’headline dobbiamo differenziarci dai nostri competitors
  • Ultra-specificy: niente giri di parole, ma chiarezza e sinteticità!

E se non dovesse bastare…

5 Tipologie di Headline che convincono

Per scrivere una buona headline, oltre alla tecnica delle 4 U, ti basterà ricordare che ci sono almeno 5 tipologie di headline che funzionano. Esistono, infatti, headline è in grado di:

  • Consigliare: “L’articolo che dovresti assolutamente leggere per migliorare il tuo blog”
  • Incuriosire“Ecco 5 cose che non sai sul copywriting”
  • Promettere: “Come realizzare una headline davvero efficace in pochi step”
  • Raccontare: “Quando, e perchè, ho deciso di aprire un blog”
  • Informare: “L’80% degli utenti online non va oltre la seconda pagina di Google: ecco perchè”

Questi erano alcuni suggerimenti per creare una headline efficace. E tu, quali consigli daresti a un copywriter che si appresta a scrivere la sua prima headline? Scrivilo nei commenti!

0 commenti

Invia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.